top of page

Appendice B - I 39 Parametri di Altshuller

Aggiornamento: 22 ott 2021

1. Peso di un oggetto mobile - La forza misurabile, risultante dalla gravità, che un corpo in movimento esercita su una superficie di appoggio. Un oggetto si definisce in movimento quando la sua posizione cambia spontaneamente o per effetto di forze esterne.


2. Peso di un oggetto stazionario - La forza misurabile, risultante dalla gravità, che un corpo stazionario esercita su una superficie sulla quale è appoggiato e fermo. Un oggetto si definisce stazionario quando la sua posizione non cambia spontaneamente o per effetto di forze esterne.


3. Lunghezza di un oggetto mobile - La misura lineare di una dimensione (lunghezza, larghezza, profondità) di un corpo, misurata rispetto alla direzione del movimento del corpo stesso. Il movimento può essere causato da forze interne o esterne.


4. Lunghezza di un oggetto stazionario - La misura lineare di una dimensione (lunghezza, larghezza, profondità) di un corpo, misurata rispetto alla direzione nella quale non viene rilevato nessun movimento.


5. Area di un oggetto mobile - La misura quadratica di ogni piano o porzione di piano di un oggetto che può cambiare la sua posizione nello spazio in risposta a forze interne o esterne.


6. Area di un oggetto stazionario - La misura quadratica di ogni piano o porzione di piano di un oggetto che non può cambiare la sua posizione nello spazio in risposta a forze interne o esterne.


7. Volume di un oggetto mobile - La misura cubica di un corpo che può cambiare la sua posizione nello spazio in risposta a forze interne o esterne.


8. Volume di un oggetto stazionario - La misura cubica di un corpo che non può cambiare la sua posizione nello spazio in risposta a forze interne o esterne.


9. Velocità - Il ritmo al quale un'azione o un processo viene completato nel tempo.


10. Forza - La capacità di causare cambiamenti fisici ad un sistema o ad un oggetto. Il cambiamento può essere completo o parziale, permanente o temporaneo.



11. Sforzo/Pressione - L’intensità di forze agenti su un oggetto o sistema, misurata come forza di compressione o tensione per unità di area.


12. Forma - L’apparenza esterna o il profilo di un oggetto o sistema. La forma può essere cambiata totalmente o parzialmente, permanentemente o temporaneamente in seguito a forze agenti sull’oggetto o sul sistema.


13. Stabilità – integrità di un oggetto - La resistenza offerta da un oggetto o sistema rispetto al cambiamento generato dall’interazione con altri oggetti o sistemi associati.


14. Robustezza/Resistenza - Entro limiti e condizioni definite, l’abilità di un oggetto o sistema di assorbire gli effetti di una forza, della velocità, dello stress, etc. senza rompersi.


15. Durata dell’azione di un oggetto mobile - La quantità di tempo durante la quale un oggetto che cambia posizione nello spazio è in grado di svolgere in modo appropriato la propria funzione.


16. Durata dell’azione di un oggetto stazionario - La quantità di tempo durante la quale un oggetto che non cambia posizione nello spazio è in grado di svolgere in modo appropriato la propria funzione.


17. Temperatura - La sottrazione o l’aggiunta di calore ad un oggetto o sistema durante la realizzazione dell’azione richiesta, che potrebbe causare cambiamenti potenzialmente non desiderabili all’oggetto, sistema o prodotto.


18. Luminosità - La percentuale di energia luminosa rispetto all’area che viene illuminata dal o nel sistema. Il parametro luminosità include anche la qualità della luce, il grado di illuminazione e altre eventuali caratteristiche della luce.


19. Energia utilizzata da un oggetto mobile - Il dispendio energetico di un oggetto o sistema che cambia posizione nello spazio con mezzi propri del sistema stesso o sotto l’azione di forze esterne.


20. Energia utilizzata da un oggetto stazionario - Il dispendio energetico di un oggetto o sistema che non cambia posizione nello spazio con mezzi propri del sistema stesso o sotto l’azione di forze esterne.



21. Potenza - La percentuale di lavoro rispetto al tempo richiesta per realizzare l’obiettivo. Utilizzato per misurare il cambiamento di potenza richiesto ma potenzialmente non desiderabile in un oggetto o un sistema in determinate condizioni.


22. Spreco di energia - Aumento dell’incapacità di un oggetto o sistema di utilizzare delle forze, in particolar modo quando non viene prodotto nessun lavoro o risultato utile.


23. Spreco di materia - Diminuzione o eliminazione di materia da un oggetto o sistema, in particolar modo quando non viene prodotto nessun lavoro o risultato utile.


24. Perdita di informazione - Perdita totale o parziale di dati o input da un sistema.


25. Spreco di tempo - aumento del tempo richiesto per completare una determinata azione.


26. Quantità di materia - Il numero di elementi o la quantità di un elemento utilizzato per creare un oggetto o un sistema.


27. Affidabilità - L’abilità di un oggetto o sistema di svolgere adeguatamente le funzioni richieste durante un certo periodo o per un certo numero di cicli.


28. Accuratezza della misura - Il grado di prossimità fra la misura ed il valore reale di ciò che viene misurato.


29. Precisione di lavorazione - Il grado di corrispondenza fra le specifiche di progetto e gli elementi di un oggetto o sistema.


30. Fattori negativi esterni che agiscono sull’oggetto - Influenze provenienti dall’esterno che agiscono su un oggetto o sistema, riducendone l’efficienza o la qualità.


31. Effetti nocivi derivati - Influenze generate dall’oggetto o dal sistema stesso che ne riducono l’efficienza o la qualità.


32. Facilità di fabbricazione - La facilità con la quale un oggetto o sistema viene realizzato.


33. Facilità d’uso - La facilità con la quale un oggetto o sistema viene utilizzato.


34. Facilità di riparazione - La facilità con la quale un oggetto o sistema viene riportato in condizione di funzionamento dopo un guasto o un prolungato uso.


35. Adattabilità - L’abilità di un oggetto o sistema di riorganizzarsi per adattarsi a condizioni esterne in cambiamento (condizioni ambientali, cambiamento di funzioni, etc.)


36. Complessità del congegno - La quantità e la diversità degli elementi che formano un oggetto o sistema. Sono da includere anche le relazioni esistenti tra gli elementi. La complessità può inoltre includere la difficoltà incontrata nel padroneggiare l’uso di un oggetto o sistema.


37. Complessità del controllo - la quantità e la diversità degli elementi utilizzati per misurare o monitorare un oggetto o sistema; il costo della misurazione nel rispetto dell’errore accettabile.


38. Livello di automazione - La capacità di un oggetto o sistema di realizzare delle operazioni senza necessità di intervento umano.


39. Produttività - La relazione fra il numero di volte che un’operazione viene conclusa rispetto al tempo richiesto per farlo.


 

Testo estratto da: Innovazione sistematica - un'introduzione a TRIZ, la teoria per la soluzione dei problemi inventivi - John Terninko, Alla Zusman, Boris Zlotin Traduzione di Sergio Lorenzi

16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2 Post
bottom of page