top of page

1.8.3 Risoluzione Contraddizione fisica: Separazione fra l’intero e le sue parti

Aggiornamento: 22 ott 2021

Il principio propone di separare gli opposti requisiti fra l’oggetto nel suo insieme e le sue parti. Se un sistema deve realizzare delle funzioni contraddittorie oppure operare sotto condizioni incompatibili, provate a suddividere il sistema e assegnare una delle funzioni o condizioni a un sottosistema (o a più sottosistemi), mentre lasciate al sistema nel suo complesso l’altra funzione o condizione.


Esempio


Problema – Un pezzo di forma complessa può essere difficile da bloccare utilizzando una morsa tradizionale.


Contraddizione – La funzione principale della morsa è fornire una forza uniformemente distribuita (utilizzando ganasce solide e piatte). Il sottosistema richiede invece di utilizzare qualcosa in grado di uniformarsi alla forma irregolare di un oggetto dai contorni complessi (una ganascia flessibile). La ganascia deve essere piatta, la ganascia deve essere irregolare.


Soluzione – Inserire una moltitudine di cilindri fra la faccia piana della ganascia e la superficie irregolare del pezzo da bloccare. Ogni boccola può muoversi orizzontalmente in modo tale da adattarsi alla sagoma irregolare del pezzo all’aumentare della pressione, distribuendo nel contempo la pressione sul pezzo in modo uniforme .





Altri approcci per separare le contraddizioni

Un’alternativa per trovare la soluzione ad un problema dove un sistema ha delle caratteristiche desiderabili e non desiderabili, è quella di isolare la parte o le parti del sistema o del processo che presenta la caratteristica non voluta.


Esempio


Problema – Un saldatore è tipicamente costituito da una struttura cava che circonda un elemento riscaldante. Questa struttura (che funge da impugnatura) si scalda e può ustionare l’operatore.


Contraddizione – Il saldatore deve essere caldo e freddo.


Soluzione - Se lo spazio tra l’elemento riscaldante e la struttura viene riempito con una schiuma isolante, il pericolo di lesioni diminuisce. Questa è un’innovazione di primo livello poiché la soluzione è data da un semplice incremento dell’isolamento.

Un altro approccio per risolvere una contraddizione in un sistema con proprietà desiderabili e non desiderabili è quello di influenzare in qualche modo il componente che crea problemi all’interno del sistema (per esempio isolandolo o modificando le sue caratteristiche). Cercate di utilizzare in modo utile le proprietà speciali o le caratteristiche specifiche del componente, utilizzando eventualmente qualcosa per stimolare la comparsa di tali caratteristiche o proprietà.



Esempio


Problema – Nelle colate d’acciaio è difficile separare le scorie dal metallo fuso.


Contraddizione – Mischiare dei minerali fusi per formare una lega e non mischiare i minerali per impedire che le impurità dei minerali passino alla lega.


Soluzione – Viene applicato un campo magnetico allo stampo all’interno del quale viene versato l’acciaio con le scorie. Il campo magnetico non influenza le scorie, che si muovono quindi verso l’alto dove possono essere facilmente rimosse (Figura 9).




 

Testo estratto da: Innovazione sistematica - un'introduzione a TRIZ, la teoria per la soluzione dei problemi inventivi - John Terninko, Alla Zusman, Boris Zlotin Traduzione di Sergio Lorenzi

14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2 Post
bottom of page