top of page

1.13.2 Evoluzione tendente all’aumento di idealità

Ogni sistema realizza funzioni che generano effetti positivi e negativi. La direzione evolutiva che porta verso l’aumento del grado di idealità dei sistemi si realizza migliorando il rapporto fra effetti positivi ed effetti negativi.

Quando creiamo e scegliamo soluzioni inventive ad un problema, l’obiettivo è quello di aumentare il livello di idealità. . Il sistema ideale fornisce le funzioni richieste “senza esistere” realmente. Un sistema semplice che utilizza risorse normalmente disponibili è un sistema elegante. L’equazione dell’Idealità suggerisce di individuare gli effetti utili e dannosi in ogni sistema. L’effettivo calcolo del coefficiente di idealità ha dei limiti oggettivi. È difficile ad esempio quantificare il costo dell’inquinamento ambientale o la perdita di una vita umana. Analogamente la variazione del coefficiente dovuta ad un aumento di versatilità del sistema a discapito della semplicità di utilizzo non è facile da misurare. Il metodo conosciuto come Analytic Hierarchy Process (AHP) può essere un valido aiuto nella classificazione in ordine di importanza degli effetti che si vogliono migliorare, rendendo le analisi più ponderate e precise.


(Analytic Hierarchy Process (AHP) è un tecnica a supporto delle decisioni, sviluppata negli anni 70 da Saaty. L’utilizzo di questa tecnica permette di prendere in considerazione sia aspetti quantitativi che qualitativi di una decisione, ricorrendo a comparazioni “uno a uno” delle diverse alternative secondo i singoli diversi parametri di valutazione.)





 

Testo estratto da: Innovazione sistematica - un'introduzione a TRIZ, la teoria per la soluzione dei problemi inventivi - John Terninko, Alla Zusman, Boris Zlotin Traduzione di Sergio Lorenzi

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2 Post
bottom of page